Archivi: Eventi

Missa Pontificalis Prima

Lorenzo Perosi si colloca alle origini del rinnovamento della musica strumentale e corale italiana. Presentando la sua Missa, Messa in Musica intende celebrare il grande compositore italiano nel 150° anniversario della sua nascita. Nell’epoca di massimo splendore della musica teatrale, Perosi fu il primo a restituire pienamente lo spirito religioso alla musica sacra, imponendosi con il suo lirismo mistico e l’originalità della forma. Nel 1898 papa Leone XIII lo nominò vicedirettore della Capella Sistina. Dopo quattro anni divenne direttore perpetuo, carica che conservò fino al 1956, anno della morte.

La Messa dà un’idea precisa del suo modo innovativo di procedere: polifonia essenziale e scevra da affettazioni barocche, armonia moderna, ma depurata da incrostazioni romantiche, melodie naturali e spontanee, innestate nella tradizione del canto gregoriano. Ciò ha permesso a Perosi di costruire una composizione chiara ed equilibrata rispetto alle esigenze della liturgia, attraverso un dialogo intelligente tra voci e organo.

Durata: 30 minuti

Messa solenne in onore di Santa Cecilia

La messa in onore di Santa Cecila è stata eseguita per Avvento del 2016, dal Coro Arcanto.

L’apprezzamento per questa composizione di stampo romantico, di grande coinvolgimento per il pubblico, ha suggerito di riproporla con altra e diversa interpretazione, sei anni più tardi.

Si tratta di una Messa Solenne ed è una delle prime importanti composizioni di Gounod, che segna la sua affermazione negli ambienti musicali parigini.

Composta nel 1855 viene eseguita per la prima volta il 29 novembre nella chiesa di Saint Eustache, pochi giorni dopo il giorno dedicato alla Santa.

Il brano è scritto per tre voci soliste, soprano, tenore e basso, coro a quattro voci dispari, orchestra e organo. L’invenzione melodica e i colori orchestrali denotano una certa correlazione al mondo dell’opera.

La prima sezione comprende Kyrie, Gloria, offertorio e il Domine salvum fac; la seconda sezione include il Credo, Sanctus, Benedictus e Agnus Dei.

Durata: 45 minuti

Il canto dell’Ave Maria

Un percorso trasversale tra le arti nella giornata a lei dedicata
da un’idea di Annalisa Lubich

Prima parte

Nitida Stella                            Coro                                                               J. J. Bozan

Ave Maria                               Solo                                                               G. Caccini

Ave Maria                              Coro                                                                J. Arcadeldt

Ave Maria                              Solo                                                                F. Schubert

Ave Maria Kv 554                 Coro                                                                W. A.Mozart

Ave Maria                             Coro                                                                 G. Rossini

Seconda parte

Ave Maria                             Soprano solo                                                   C. Gounod

Ave Maria (Otello)                 Solo                                                                G. Verdi

La vergine degli Angeli       Coro-Solo                                                        G. Verdi

Ave Maria                             Coro                                                                 A. Bruckner

Ave Maria                               Mezzo Soprano solo                                      P. Mascagni

Magnificat                             Coro                                                                 G. Spalletti

Ave Maria                              Coro-Solo                                                       W. Gomez

Durata: 60 minuti


In Galleria esposizione di dipinti antichi raffiguranti la Vergine Maria.

Messa a 5 per ripieni e strumenti

La Messa, trascritta dal maestro Luciano D’Orazio, è una nuova produzione dell’Associazione Messa in Musica in prima esecuzione mondiale assoluta in tempi moderni.

La messa è composta per coro a 5 per voci dispari, ripieno, violini primi e secondi, bassi e continuo. Francesco Nicola Fago, detto il Tarantino, eccellente didatta, prolifico compositore di musica sacra liturgica, compone anche per il teatro con uno stile elegante.

Originario di Taranto, Nicola Fago studia con Francesco Provenzale a Napoli al Conservatorio della “Pietà dei Turchini” dove insegna come maestro supplente, poi come primo maestro di Contrappunto e Composizione fino al 1740. Dal 1709 al 1731 diviene maestro di cappella al Tesoro di San Gennaro e dal 1736 ricopre la stessa carica presso la reale basilica di San Giacomo degli Spagnoli.

Nell’ambito della musica sacra, la sua produzione musicale è ampia e di vario genere, comprende infatti Messe, Litanie, Salmi, Inni, Mottetti, Responsori, Te Deum e uno Stabat Mater.

Durata: 40 minuti

Missa Dilexi Quoniam

La nuova produzione della Missa Dilexi Quoniam rappresenta una rarità nell’esecuzione. La Messa è stata trascritta da Luigi di Tullio e pubblicata nell’Opera Omnia, (vol. I e II, Le Messe, parte I e II, Edizioni Suvini Zerboni, Milano, 2000).

Nel 1552 Bernardino Carnefresca, detto Lupachino da Vasto, compositore di grandi meriti, noto per i suoi madrigali a 4 e 5 voci, fu nominato maestro di cappella della Basilica di San Giovanni in Laterano in Roma, dove gli successe Pierluigi da Palestrina.

La messa è a quattro voci miste, scritta nello stile contrappuntistico dell’epoca, senza accompagnamento strumentale e con uno stile tipico del sedicesimo secolo, ma con importanti elaborazioni e nuove tecniche compositive che la rendono molto interessante.

Il coro ha iniziato l’attività nel 1973 con lo scopo di divulgare la tradizione polifonica sia sacra che profana. Nel corso di questi anni il Coro Histonium ha caratterizzato il proprio repertorio con brani popolari abruzzesi e delle regioni italiane, con composizioni del periodo rinascimentale e barocco.

Durata: 35 minuti

L’oratorio di Santa Cecilia

L’oratorio di Santa Cecilia, gioiello cinquecentesco, è un luogo dal forte significato storico ed artistico. Punto di svolta nella storia cittadina, rappresenta l’ultimo esempio della grandezza della corte di Giovanni Bentivoglio e di Ginevra Sforza. A pochi passi dalla loro Domus Aurea vollero impreziosire le pareti di quella che era nata come piccola parrocchia addossata alle mura cittadine e che nel tempo era diventata un tutt’uno con la grande basilica di San Giacomo Maggiore. Al suo interno concorreranno alcuni degli artisti che hanno rappresentato la Rinascenza bolognese: Francesco Francia, Lorenzo Costa, l’ardito Amico Aspertini e i giovani allievi che si affacciavano in quegli anni al mondo artistico. Il ciclo di affreschi, tra i più pregevoli del cinquecento bolognese, narrano la storia della giovane martire e il suo ‘dono’ ai posteri.

A fine visita i partecipanti assisteranno alla Santa Messa nella Basilica dei Ss Bartolomeo e Gaetano, durante la quale si ascolterà la Messa solenne in onore di S. Cecilia, di Charles Gounod, capolavoro del romanticismo.

Appuntamento: via Zamboni, 15.

È previsto un contributo di € 8,00 a persona, con prenotazione obbligatoria

È possibile prenotare compilando il modulo di contatti seguente, inviando una mail all’indirizzo segreteria@messainmusica.org, 
oppure chiamando il numero 351 6669596, da lunedì 7 novembre 2022 dalle ore 10 alle ore 18.

Associazione Culturale Messa in Musica .

Strada Maggiore 47 40125, Bologna
segreteria@messainmusica.org


© Associazione Culturale Messa in Musica.
Credits.